Chimica romantica - 2 - Stefano Russo

Chimica romantica - 2

Alluminio, policarbonato
Limited edition

I designers Stefano Russo e Celeste Pisenti si incontrano nel Maggio 2013 al Planetario di Milano durante "L'Origine dell' Universo" conferenza tenuta da Gabriele Gionti.
Parlano lo stesso linguaggio, condividono l ’ amore per la ricerca, la sperimentazione, la natura e l’evoluzione.
Comprendono il senso di Qualità e Bellezza attraverso un percorso culturale tra la scienza e la filosofia , la storia ed il futuribile.
Decidono così di partire insieme per un viaggio addentrandosi nei labirinti del processo chimico che rivela l'attrazione tra persone o cose.
La stessa "Chimica Romantica" che ha avvicinato i percorsi lavorativi di Celeste Pisenti nella moda e Stefano Russo nel design poiché entrambi ono ispirati dal desiderio infinito di conoscenza senza il quale l'uomo non avrebbe senso di esistere, vestire, abitare, nutrirsi.
Il frutto di questo lavoro sono Costumi e Strumenti di design raccontati attraverso fotografie ,installazioni e video ambientate nei più suggestivi palazzi, musei e giardini Milanesi.








Share



Arte&Progetti

Nuove mappe cognitive, nuovi scenari esistenziali ci si prospettano, inframondi in cui il corpo acconsente metamorfosi, trasmutazioni sensoriali dove il principio di relazione tra gli oggetti che ci circondano diventano ispirazione e spunto di questo cambiamento percettivo.

Stefano Russo

C’è qualcosa nel cervello che non distingue la differenza tra noi e gli altri, e anche il riconoscimento delle emozioni sembra poggiare su un insieme di circuiti neurali che, per quanto differenti, condividono quella proprietà “specchio” già rilevata nel caso delle azioni.

Stefano Russo

L’altezza è profondità, l’abisso è luce inaccessa, la tenebra è chiarezza, il magno è parvo, il confuso è distinto, la lite è amicizia, il dividuo è individuo, l’atomo è immenso.

Giordano Bruno

Riflessi d’interno esplora e analizza il punto di bilanciamento tra la dimensione interiore e esteriore dell’essere. I riflessi che restano impressi nel nostro occhio dal mondo esterno, ispirano le riflessioni interiori che analizziamo e a cui ci sottoponiamo costantemente. Riflessi e riflessioni, movimenti esteriori e movimenti interiori

Stefano Russo

Percettori: oggetti conduttori energetici in continua tensione e relazione con gli altri elementi e lo spazio circostante. Oggetti che vedono nell’equilibrio e nella trasmissione energetica il segreto dell’integrità. Tra l’arcaico scientifico ed il futuro.