Japan Electromagnetic - Stefano Russo

Japan Electromagnetic

Japan Electromagnetic è una composizione di visiere che trova il punto di partenza dalle fotografie del traffico di energia nella metropoli giapponese, scattate durante un viaggio di ricerca.
I soggetti testimoniano di centrali elettriche, cavi, viaggi sopra le aree popolate creando molteplici campi elettromagnetici.
I lavori sono composti da tre gruppi di tre differenti proporzioni e sono sviluppati su conduttori metallici riciclati e visiere di veicoli.
L’installazione si sviluppa in due direzioni: orizzontale e verticale.








Share



Arte&Progetti

Nuove mappe cognitive, nuovi scenari esistenziali ci si prospettano, inframondi in cui il corpo acconsente metamorfosi, trasmutazioni sensoriali dove il principio di relazione tra gli oggetti che ci circondano diventano ispirazione e spunto di questo cambiamento percettivo.

Stefano Russo

Percettori: oggetti conduttori energetici in continua tensione e relazione con gli altri elementi e lo spazio circostante. Oggetti che vedono nell’equilibrio e nella trasmissione energetica il segreto dell’integrità. Tra l’arcaico scientifico ed il futuro.

Stefano Russo

Non si possono concepire i molti senza l’uno.

Platone

Il grado di inclinazione dell’asse terrestre in relazione al sole, la pendenza del nostro cuore rispetto alla gabbia toracica, la disposizione tra gli assi mediani degli occhi e gli assi orbitari.

Si tratta di una comprensione “pre-concettuale” che ci costringe a riconsiderare il significato stesso di comprensione e cognizione, legando più strettamente il complesso delle attività cognitive, come la memoria, la percezione, il linguaggio.